Inspiration

NASI

Non tutte le storie iniziano con “c’era una volta”, non tutte hanno un lieto fine. A volte iniziano con una nota di testa orientale, altre volte sprigionano un cuore floreale e finiscono in un profumo dai sentori affumicati.

E se finissero con un punto di domanda e non con una risposta? L’esperto profumiere sa benissimo come raccontare una storia nelle sue fragranze, noi cercheremo assieme di riscoprire l’alchimia delle sue formule.

Dove nasce un profumo? Il profumiere da cosa è ispirato? Il cuore, la ragione, la pancia? Cosa lo guida in questa miscela magica? Prima ancora di scegliere le varie note che caratterizzeranno la fragranza, prima di tutto c’è l’ispirazione.

Ci sono dei profumi che nascono da un viaggio, altri dalla memoria. Anche i nostri profumi, in questo viaggio olfattivo di Aromood, sono fortemente ispirati.


GUSTI

Il cibo, così comunemente definito, non è solo alimento per il corpo, ma, in forma arcana e misteriosa, anche per la mente. È un prodotto che connota la cultura del territorio, la memoria della sua comunità, dei suoi saperi pratici e delle sensibilità artigiane.

In una parola: il cibo è strumento di identità. I prodotti tipici di un territorio, proprio per questo, rappresentano vere e proprie “opere d’arte” della sua gente, che crea partendo dagli elementi forniti dalla natura: sono “pseudo-sculture” modellate dalla memoria e rese eccellenza.

Questo significa che la cucina è intimamente legata alla nostra natura, alla nostra essenza. Noi cresciamo con i sapori che ci insegna nostra madre. Che li ha appresi da sua madre, che li ha appresi da sua madre, e ancora a seguire … una sorta di “effetto abisso” capace di valicare i secoli e i millenni, codificando nella “tradizione” i saperi che ci provengono dalle generazioni.
Ma le madri di tutto il mondo hanno sapori, tecniche e visioni differenti dello stesso piatto.

Promuovere una cucina significa promuovere e raccontare, in sintesi, una cultura di un paese e della gente che lo ha popolato.

STILI

Ci sono giorni, mesi e stagioni in cui il nostro mood è volatile, eclettico, mutevole. Viviamo sommersi da odori, profumi, gusti ed emozioni e molto spesso, decodificarli risulta laborioso.

L’ arte dei profumeri non è che un linguaggio.
L’arte culinaria non è che un linguaggio.
La musica, il nostro modo di vivere non è che un linguaggio.

E poi massaggi e yoga, food & beverage, pet therapy, musica e cinema, viaggi, e “gamification” della salute e delle terapie.

Aromood si ispira alle suggestioni del mondo del wellness e le racconta sotto forma di storie ed esperienze.
Si tratta di imparare a trasformare le parole in odori, i gusti in colori e i suoni in emozioni.
Nel momento in cui rendi sinestetico questo mix di colori, suoni, profumi, non dimentichi più l’emozione a essa correlata. E crei uno stile che ti rappresenta, entri nel mood del tuo lifestyle. Per questo, ci circondiamo di poesie, di letture, di passeggiate, di incontri … sono come olii essenziali, come aromi, note di sapore che coccolano il nostro essere perchè raccontano cose che ci sono accadute, o alle quali ci sentiamo emotivamente vicini.

Il senso dell’olfatto sta al gusto come quello della vista al tatto.
Jean-Jacques Rousseau